e·stin·zió·ne [our house is on fire]

Uno tsunami di merce. Dai mucchi di spazzatura emergono sparuti fossili umani, resti di una sedicente civiltà, gli ultimi, i sopravvissuti. Una ragazzina ammutolita si fa strada tra gli stracci. Si è persa. Travolta dalla massa umana che ha saccheggiato questo centro commerciale. E' stato un venerdì nero. Un Black Friday. Un'Apocalisse totalmente umana che traduce in azione fisica, parola, canto lirico le dinamiche di un'intera specie sul baratro.

Carlo Massari/C&C, Alice Conti/ORTIKA e Chiara Osella arrivano a voler intrecciare le loro trame e le loro estetiche a partire da mondi nominalmente diversi (teatro di parola, danza, canto lirico) ma che si nutrono dello stesso terreno e della medesima poetica. La volontà non è quella di mescolare i linguaggi ma di piegarne la categoria e romperne il confine. Proclamiamo e rivendichiamo la ricchezza dell'imbastardimento. Riuniamo un gruppo di lavoro quanto mai eterogeneo che prova a diventare una comunità sul baratro, mescolando e condividendo discipline e specialità diverse, (canto lirico, teatro di parola, teatro fisico, danza contemporanea, performance, scrittura di scena); scrivendo in scena le proprie regole e il proprio testamento. Quale scenario migliore della fine per far emergere il linguaggio di una specie nuova?

Creazione originale Carlo Massari, Alice Conti


Con Alice Conti, Carlo Massari, Chiara Osella

 

Co-produzione C&C e ORTIKA


Con il supporto di Residenza I.DRA., Teatro della Caduta

 

Produzione 2020

Durata 60’


Riconoscimenti: semifinalista Premio Scenario 2019

 

Tour IT