LES MISERABLES

“Signore e signori! Guardino questa creatura, per come Dio l'ha fatta, non è nulla, proprio nulla. E adesso guardino l'arte, cammina impettita, ha giacca e pantaloni, porta la sciabola! Guardino i progressi della civiltà: tutto progredisce... La scimmia fa già il soldato; certo non è gran che, è il gradino più basso della specie umana!”

Woyzeck - Georg Büchner

Un affresco spietato e immorale sull’oggi, un dramma medio-borghese contemporaneo a tratti familiare, risuona, ne siamo “involontariamente” complici. Una carrellata di stereotipi, di già visti, già detti, agiti. Il teatrino delle miserie umane: corpo e voce a servizio di un penoso corale che fa eco a “Le rane” di Aristofane, o forse ad un’operetta di Offenbach, o ancora alla celebre “Opera” Brechtiana. Staticità e immobilismo in risposta al crollo (fisico, politico, sociale, ambientale...) imminente, evidente. Non ci possiamo fare nulla, troppo tardi, game over; assistiamo impotenti, ne prendiamo atto, facciamo spallucce, sospiriamo e nuovamente ci voltiamo.

Nella domanda “cosa ci sta accadendo intorno?” sta la genesi di questa creazione: un approfondimento sull’attualità internazionale e sulla ricerca di connessioni tra le forme di protesta presenti – raramente fondate sull’idea di evoluzione e rivoluzione umana – e la storica visione illuminista (illuminata), che mette Cultura e Arte al centro del cambiamento.

Una creazione che porta nuovamente la Compagnia ad indagare tematiche sociali contemporanee, attraverso un linguaggio anfibio di forte impatto ed un complesso livello drammaturgico a sostegno dell’opera. Il lavoro, attualmente in produzione, è parte integrante del progetto di ricerca triennale Beast Without Beauty.

Creazione originale: Carlo Massari / C&C Company

Co-produzione: Triangolo Scaleno/Teatri di vetro

Con: Carlo Massari, Alice Monti, Stefano Roveda, Nicola Stasi

Vocal coach: Chiara Osella

Produzione: 2019/2020